Diego Salom Pedemonti

 

 

 

 

 

 

 

Il Dott. Salom Pedemonti si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1973 presso l’Università degli Studi di Milano e ha conseguito la Specializzazione in Neurologia presso l’Università degli Studi di Pavia nel 1978. Dal 1973 al 1974 ha prestato servizio presso l’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano in qualità di Assistente anatomo-patologo, dapprima come interino presso il Servizio di Anatomia Patologica e poi come Medico di ruolo. Dal 1978 al 1980 ha lavorato presso l’Istituto Neurologico “Carlo Besta” di Milano, in qualità di Borsista Neurologo occupandosi di stesura di cartelle cliniche, visite a pazienti ambulatoriali e ricoverati, guardie mediche diurne e notturne, feriali e festive. Dal 1978 al 1985 ha prestato servizio presso l’Istituto Ortopedico “R. Galeazzi” di Milano (Gruppo Ospedaliero San Donato) in qualità di Specialista in Neurologia ed Elettromiografia, svolgendo visite neurologiche ed esami elettromiografici a pazienti ricoverati ed a esterni. Nel 1980 ha iniziato a lavorare presso l’Istituto Ortopedico “G. Pini” di Milano, dapprima come Assistente medico interino di Neurologia, per poi diventare di ruolo, passando a ricoprire successivamente i ruoli di Aiuto corresponsabile di Neurologia di ruolo, di Dirigente di I° livello di Neurologia e di Responsabile della struttura semplice dipartimentale di Neurologia.

La visita neurologica da me effettuata ha il compito di accertare/diagnosticare eventuali disfunzioni /patologie delle strutture del Sistema Nervoso Centrale (cervello, cervelletto, tronco-encefalico, midollo spinale) e Periferico (plessi, radici e tronchi nervosi) : soprattutto in quest’ultimo settore la mia competenza è maggiore in quanto nella trentennale esperienza lavorativa ho continuamente collaborato con gli specialisti ortopedici degli Istituti “G. PINI”  e “Galeazzi” di Milano.

Per tale motivo le patologie dove mi considero più competente sono rappresentate da disturbi della forza e/o della sensibilità, cervicalgie, brachialgie, dorsalgie, lombalgie, cruralgie e sciatalgie, sofferenze di tronchi nervosi (ad esempio del n. mediano per tunnel carpale, del n. radiale a seguito di fratture di omero, del n. sciatico dopo interventi alle anche o dello SPE dopo traumi al ginocchio) e polineuropatie (come si può riscontrare ad esempio nei pazienti diabetici).

Scopri le Prestazioni Effettuate