Lo stress da lavoro – il burnout – è stato riconosciuto ufficialmente dall’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS), che l’ha inserito nel suo grande elenco dei disturbi medici, aggiornato di anno in anno. Non di vera e propria malattia si tratta, ma di “problema associato alla professione”.

Le cause più frequenti di burnout sono:
-sovraccarico di lavoro: il disadattamento è presente quando la persona percepisce un carico di lavoro eccessivo (le richieste lavorative sono così elevate da esaurire le energie individuali al punto da non rendere possibile il recupero), quando, anche in presenza di un carico ragionevole, il tipo di lavoro non è adatto alla persona (si percepisce di non avere le abilità per svolgere una determinata attività) e quando il carico emotivo del lavoro è troppo elevato (il lavoro scatena una serie di emozioni che sono in contraddizione con i sentimenti della persona).
-senso di impotenza: il soggetto non ritiene che ciò che fa o vuole fare riesca ad influire sull’esito di un determinato evento.
-mancanza di controllo: il disadattamento si verifica quando l’individuo percepisce di avere insufficiente controllo sulle risorse necessarie per svolgere il proprio lavoro oppure quando non ha sufficiente autorità per attuare l’attività nella maniera che ritiene più efficace.
-riconoscimento: si ha disadattamento quando si percepisce di ricevere un riconoscimento inadeguato per il lavoro svolto.
-senso di comunità: è presente disadattamento quando crolla il senso di appartenenza comunitario all’ambiente di lavoro, ovvero quando si percepisce che manca il sostegno, la fiducia reciproca ed il rispetto e le relazioni vengono vissute in modo distaccato ed impersonale.
-assenza di equità: si ha disadattamento quando non viene percepita l’equità nell’ambiente di lavoro in ambiti quali, ad esempio, l’assegnazione dei carichi di lavoro e della retribuzione o l’attribuzione di promozioni e avanzamenti di carriera.
-valori contrastanti: il disadattamento nasce quando si vive un conflitto di valori all’interno del contesto di lavoro e cioè quando la persona non condivide i valori che l’organizzazione trasmette oppure quando i valori non trovano corrispondenza, a livello organizzativo, nelle scelte operate e nella condotta.
-facile identificazione del personale con la malattia.

Da diverso tempo sensibilizziamo il territorio su cui operiamo circa l’importanza e l’impatto sociale che la sindrome da burnout provoca, grazie al nostro Specialista in Psicologia sempre a disposizione per fornire l’appoggio ed il percorso terapeutico necessari ad affrontare e gestire la tematica.

GUARDA IL VIDEO: https://stream24.ilsole24ore.com/video/mondo/stress-lavoro-burnout-diventa-ufficialmente-sindrome/ACvWyIK?fbclid=IwAR2g42sh-T4s-4wlFmxTlbUG5_C1Ngg0UzzD-ulBnu8WXXnoNjMHFPlTY1Q

Per Info e Prenotazioni:
Centro Medico San Magno
Via San Domenico 1 – 20025 Legnano (Mi)
Tel. 0331/02.83.38
Cell. 345/927.83.08
www.centromedicosanmagno.it
info@centromedicosanmagno.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.